HOME / App Android / App Ampere: verificare se cambiare batteria o caricabatteria

App Ampere: verificare se cambiare batteria o caricabatteria

App Ampere: verificare se cambiare batteria o caricabatteria
App Ampere: verificare se cambiare batteria o caricabatteria

App Ampere: verificare se cambiare batteria o caricabatteria

La batteria dello smartphone si carica lentamente? Alimentatore guasto? Ecco l’app che dà la risposta

Tutta colpa del caricabatteria

Il caricabatterie del nostro smartphone o tablet Android è ancora in forma? E, soprattutto, la batteria gode di buona salute?
Queste sono domande che balzano spesso nella mente di noi utenti, non fosse altro che per un motivo o per un altro i nostri device sono perennemente sotto carica.
Per poter dare una risposta definitiva e corretta a entrambe le domande sarebbe necessario l’utilizzo di un multimetro capace di verificare l’amperaggio erogato dal caricabatterie.

Fortunatamente, però, esiste qualcosa di più semplice.
Spulciando tra le centinaia di app che affollano il Play Store di Google, siamo riusciti a scovarne una che fa davvero al caso nostro.
Grazie a questa applicazione potremo infatti verificare se è arrivato il momento di sostituire la batteria o l’alimentatore del nostro prezioso smartphone o tablet.
Cosa aspettiamo allora? Scopriamo subito come utilizzarla sul nostro dispositivo Android.

Installiamo l’app Ampere

Dopo aver scaricato e installato l’app, avviamola colleghiamo lo smartphone o il tablet al suo caricabatterie originale (o comunque a quello che utilizziamo quotidianamente). Nell’interfaccia principale di Ampere vedremo comparire un nuovo testo: Misurando.
Non dobbiamo fare altro che attendere qualche minuto.

Aspettiamo il verdetto dell’app ampere

Dopo un po’ (il tempo della misurazione può variare ma dura comunque almeno qualche minuto) apparirà il verdetto di Ampere: nel caso in figura, 550 mA.
Confrontiamo questo dato con quello riportato sul caricabatterie dello smartphone.
Se è più basso (di molto) rispetto al valore dichiarato dal costruttore, forse è il caso di cambiare caricabatterie!

App ampere: Informazioni sempre più dettagliate

Se vogliamo scoprirne di più sul tempo di carica della batteria del nostro smartphone o del tablet Android, tappiamo sull’icona presente a sinistra (a forma di batteria in carica). Verremo reindirizzati alla pagina delle Impostazioni di Android che mostra il dettaglio dei consumi.
Da qui possiamo scoprire anche quali app sono più assetate di energia.

COME RICARICARE CORRETTAMENTE LO SMARTPHONE

Ricarichiamo attivando la modalità aereo Perché?
A differenza dello stand-by, nella modalità aereo il consumo è pari a zero; il tutto si traduce in una ricarica leggermente più veloce.

Utilizzare la presa di corrente a muro evitando la porta USB del PC Perché?
La porta USB 2.0 eroga una corrente pari a 0,5 A (la USB 3.0 invece 0,9 A).
Il caricatore degli smartphone (eccezione fatta per i nuovi modelli) riescono a raggiungere 1A mentre quelli per tablet di solito arrivano a 2A.
Più Ampere si hanno, più velocemente si ricaricherà il dispositivo.

Utilizziamo la porta USB del Mac, solo per iPhone e iPad Perché?
I più recenti computer Apple quando rilevano che è collegato un iDevice incrementano la corrente in uscita erogando fino a 1,1 Ampere.

Utilizzare il software ufficiale per le porte USB (se disponibile) Perché?
Ai Changer è un’applicazione ASUS fornita per Windows, che permette di aumentare la potenza delle schede madri compatibili erogando così più Ampere.

Cavo con doppia presa USB Perché?
Un tale cavo può collegarsi contemporaneamente a due porte USB con un’uscita micro-USB così da poter assorbire energia da due fonti e ricaricare più velocemente il telefonino. Su Amazon si trovano a poco più di 5 euro.

Voto
Ti è piaciuto?
[Voto medio: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *