HOME / iPad: offerte tablet / Apple iPad Air: veloce anche in condizioni estreme

Apple iPad Air: veloce anche in condizioni estreme

Apple iPad Air: veloce anche in condizioni estremeApple iPad Air: veloce anche in condizioni estreme

64 GB WIFI + LTE

Tablet di riferimento: l’iPad Air di Apple è riconosciuto all’unanimita come parametro di riferimento.

Non c’è da meravigliarsi, poichè hardware e software lavorano in perfetta sinergia ed Apple è stata in grado di perfezionare numerosi dettagli.

La qualità costruttiva dell’iPad Air è ineccepibile e vanta un’usabilità semplicissima.

Con uno spessore di 0,75 cm ed un peso di soli 478 grammi, l’Air è il tablet più leggero di questa fascia di dispositivi, ma anche il più sofisticato.

Veloce anche in condizioni estreme: l’iPad Air è equipaggiato con il processore A7 di Apple.

Analogamente all’iPad mini si tratta di una CPU a 64 Bit, che si è rivelata ottima in tutte le prove di velocità.

Anche nel test per l’utilizzo normale, persino le App avide di potenza, come iMovie, si sono avviate con elevata velocità è stato possibile unire vane clip di un film, con estrema rapidità.

Ricca suite di software gratuita: oltre ad Movie, nello App Store sono disponibili gratuitamente numerose, utili App, tra cui iPhoto, il programma per la musica Garageband, l’elaboratore di testi Pages, il software per presentazioni Keynote e il foglio di calcolo Numbers, che potranno essere utilizzate dall’utente, al primo avvio del dispositivo.

Non esente da critiche: l’handicap più grave dell’iPad Air è come sempre l’impossibilita di ampliare la memoria.

Apple fa pagare profumatamente gli iPad con memoria interna raddoppiata: si richiede un sovraprezzo da 90 a 100 Euro.

Analoga situazione si ripresenta anche per gli accessori: l’iPad non dispone di attacco HDMI per la riproduzione delle immagini sul televisore e per l’indispensabile adattatore occorrera sborsare ben 49 Euro.

Parsimonioso: alcuni degli impieghi principali di un tablet, come visionare foto e guardare film, spremono la batteria in modo consistente.

Purtroppo la sua autonomia è più breve del 23%, rispetto al “vecchio” iPad 4.

Nel corso del test, non è stata una sorpresa riscontrare che l’autonomia era diminuita, passando però da 18 ore a poco più di 17.

Il processore A7 non è soltanto più veloce, ma anche decisamente più efficiente, quindi, del suo predecessore A6.

Tra i tablet maxi, solo il Sony ha offerto una batteria con maggiore autonomia.

Display luminoso: il display dell’iPad è una cannonata, in grado di visualizzare videoclip o istantanee con una risoluzione di 2048 x 1536 pixel, estremamente nitida e con colon naturali.

Rimangono criticabili solo la scarsa luminosità e i consistent riflessi, che rendono difficoltosa la lettura di testi, in particolare con un’intensa luce solare.

Apple iPad Air: offerte e prezzi

Voto
Ti è piaciuto?
[Voto medio: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *