HOME / iPhone: offerte smartphone / iPhone 6: bello, veloce e sottile: code e follie per lo smartphone Apple

iPhone 6: bello, veloce e sottile: code e follie per lo smartphone Apple

iPhone 6: bello, veloce e sottile: code e follie per lo smartphone Apple

La versione Plus è il top ma costosissima

Ecco alcune cose che fa davvero bene.

Non sono bastati il bendgate e il precipitoso ritiro dell’aggiornamento al nuovo sistema operativo (subito riscattato col rilascio nella notte di una nuova versione), per scoraggiare la folla di acquirenti e curiosi degli iPhone 6 disposti alle ormai usuali file del giorno di esordio negli Apple Store.

Con tanto di party in pigiama (organizzati da 3 Italia), veglie notturne, caffè di benvenuto.

Neppure il “blitz” romano dei neofascisti di Blocco Studentesco con gavettoni sulla gente in fila ha scalfito il successo del debutto italiano e i due smartphone bisseranno presto, c’è da ipotizzarlo, i 10 milioni di pezzi venduti nei primi 5 giorni e in soli 9 paesi.

Super richiesto il più grande, l’iPhone 6 Plus, nonostante il prezzo (si arriva ai 1059 euro per la versione da 128 giga), ma è la vera novità nell’universo Apple: un oggetto che si pone al top del panorama hi-tech, avanguardia della Mela nel superamento dei tablet a favore di dispositivi ibridi (come i Galaxy Note) che tanto hanno eroso, soprattutto sui mercati orientali.

Novità tecniche

Dei due iPhone 6 si è detto già moltissimo: decisamente più grandi del predecessore (schermi da 4,7 e 5,5 pollici), più sottili (solo 7 millimetri), la batteria sembra finalmente in grado di durare un’intera giornata (o quasi), la scocca è in alluminio e i bordi arrotondati sono davvero belli da vedere.

Ma è soprattutto in materia di funzioni foto-video che si vedono le differenze, anche grazie al Retina display, simile a quello dell’iPad Air e delle due fotocamere.

Quella anteriore dispone dell’autoscatto, con quella posteriore si girano anche video in Full Hd che appaiono di grande nitidezza, mentre il nuovo sensore Focus pixels permette messe a fuoco più rapide.

Il Plus, in particolare, è fornito di uno stabilizzatore ottico dell’ immagine che fa la differenza nelle riprese in movimento.

Tra le app la novità rilevante è nel sistema di funzioni dedicate alla salute e al fitness che portano all’iPhone al livello dei concorrenti, così come il sistema di pagamento Apple Pay, non ancora attivo in Italia, anche se i nuovi melafonini sono già provvisti dei sensori necessari.

Molto di tutto questo si deve, naturalmente, al potente processore A8.

Infine, l’iPhone 6 si usa davvero con una sola mano (meno il Plus): il merito è del doppio tocco sul bottone centrale che consente di abbassare il quadro delle app a metà schermo. Una delle piccole genialate tipiche di Cupertino.

Voto
Ti è piaciuto?
[Voto medio: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *