HOME / iPhone: offerte smartphone / iPhone X, display Super Retina e riconoscimento facciale

iPhone X, display Super Retina e riconoscimento facciale

iPhone X, display Super Retina e riconoscimento facciale
iPhone X, display Super Retina e riconoscimento facciale

iPhone X, display Super Retina e riconoscimento facciale

Tra indiscrezioni e fughe di notizie si sapeva già tutto (o quasi) del nuovo iPhone, ma l’attesa è ancora una volta stata enorme, perché lo smartphone della Apple è ormai una sorta di appuntamento annuale sullo stato dell’arte della tecnologia.
Il nuovo iPhone X; non è il più innovativo, né il più sorprendente, a volte neppure il più riuscito.
È la summa di quel che è necessario avere dentro un telefono per essere up to date, è l ’oggetto del desiderio standard.
Anche stavolta è stato così, con l’aggiunta dell’anniversario: il decennale da quel 2007 in cui tra le mani di Steve Jobs apparve l’aggeggio destinato a mutare repentinamente la nostra vita quotidiana.
Ecco perché quando Tim Cook è salito sul palco dell’auditorium intitolato al fondatore di Apple lo Steve Jobs Theatre all’interno dell’Astronave (così è stata subito soprannominata la faraonica nuova sede di Cupertino che sancisce la potenza economica di quest’azienda) per presentare l’iPhone X si è comunque avvertito il refolo della Storia.
«Un prodotto che ridefinirà la tecnologia per i prossimi dieci anni» ha esordito il ceo di Apple dopo aver reso omaggio a Jobs, profondendosi in superlativi per il nuovo telefono.
Tutto confermato, si diceva, a cominciare dal Face Id, il riconoscimento facciale che rottama l’identificazione del proprietario tramite sensore di impronte, utilizzando le reti neuronali e imparando a riconoscere il volto sblocco dopo sblocco, anche se nel frattempo non ti radi da giorni, anche in condizioni di luce precaria o di quasi buio.

Col Face Id sull’iPhone X (che sta per dieci in numero romano, ma si pronuncia ten in inglese) arrivano le animoji, gli emoij animati che “replicano” il nostro viso e possono essere allegati ai messaggi.
Scompare il tasto Home e per cambiare schermata si fa scorrere il dito sul margine basso.

Il display Super Retina è un oled (ma lo aveva già Samsung, anzi è il competitor coreano a venderlo in milioni di pezzi ad Apple) da 5,8 pollici, le fotocamere posteriori sono due da 12 mpx con doppio stabilizzatore ottico, ricarica senza fili col nuovo accessorio Air Power che sarà disponibile dal prossimo anno.
Due i colori grigio e argento e debutto fissato addirittura per il 3 novembre, ulteriore confermaai rumors sui ritardi produttivi, con annessi timori degli analisti per le vendite natalizie.

NUOVO IPHONE 8

Confermato anche il fatto che i melafonini sarebbero stati tre e accomunati dal vero passo avanti, il software iOS11.
Non solo l’X ma anche l’iPhone 8 e l’iPhone 8 Plus.
Validi aggiornamenti dei modelli attuali, in vetro anche sul retro, migliorati nei sensori e nelle funzioni fotografiche, anch’essi dotati di ricarica wireless (ma meno evoluta), vocati alla realtà aumentata grazie al nuovo chip A11 Bionic, il 25% più potente dell’A10 e disponibili dal 22 settembre (qui i colori sono tre, c’è anche l’oro rosa).

Nuova pure l’Apple Tv, adesso in 4k, e soprattutto terza generazione per gli Apple Watch finalmente dotati di connessione cellulare autonoma, ma con lo stesso numero telefonico dell’iPhone abbinato.

I prezzi: 839 euro per l’iPhone 8, centodieci in più per la versione Plus, a partire da 1189 per l’iPhone X.
La barriera dei mille è ampiamente abbattuta, mentre l’azione della Apple ha chiuso a Wall Street con un debole 0,42.

Voto
Ti è piaciuto?
[Voto medio: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *