HOME / Top 10 app iPhone / App AfterFocus: simulare l’effetto sfocatura sfondo foto

App AfterFocus: simulare l’effetto sfocatura sfondo foto

App AfterFocus: simulare l’effetto sfocatura sfondo fotoApp AfterFocus: simulare l’effetto sfocatura sfondo foto

Nonostante gli enormi passi avanti compiuti dalle sezioni fotografiche degli smartphone, le fotocamere digitali tradizionali, e in particolare le reflex, mantengono un vantaggio incolmabile: la gestione della profondità di campo, cioè la capacità di mettere a fuoco solo gli elementi posti entro un determinato intervallo di distanza dall’obbiettivo.

Se si riduce la profondità di campo si può far risaltare il soggetto principale, sfocando gradevolmente lo sfondo.

Questo parametro dipende dall’obbiettivo, dal diaframma e (a parità di questi elementi) dalla dimensione del sensore.

Per questo è praticamente impossibile catturare immagini con una profondità di campo ridotta con uno smartphone o una fotocamera compatta economica.

AfterFocus si propone di risolvere il problema in post produzione, simulando l’effetto di sfocatura dello sfondo.

Il suo uso è molto semplice, e l’App offre varie funzioni originali.

La prima modalità di lavoro prevede la selezione manuale delle zone di primo piano, sfondo, e una via di mezzo definita Mid. Non bisogna effettuare uno scontorno preciso: basta indicare le aree tracciando qualche riga ed eventualmente correggere i punti in cui il sistema di selezione non ha riconosciuto i bordi dei soggetti in modo preciso.

AfterFocus prevede anche un secondo metodo di selezione delle aree: chiede di scattare due fotografie dello stesso soggetto, spostandosi lateralmente di qualche centimetro tra un’immagine e l’altra. Dopo aver allineato lo sfondo, l’App calcola automaticamente le differenze e individua così gli elementi in primo piano.

Una volta separate le due zone, si può naturalmente applicare una sfocatura, ma non solo: l’App offre molti altri effetti creativi. Per esempio, può desaturare lo sfondo fino a trasformarlo in un’immagine in bianco e nero, modificare l’apertura del diaframma, aggiungere un effetto bokeh, circondare il soggetto con una traccia, aggiungere una vignettatura e applicare moltissimi altri effetti.

In definitiva, AfterFocus risolve un problema specifico ed è certamente un’App di nicchia, ma permette di ottenere facilmente immagini molto più gradevoli e professionali, offre moltissime opzioni creative ed è preziosa in particolare per chi ama scattare ritratti; il prezzo di 0,99 euro è più che giustificato.

Voto
Ti è piaciuto?
[Voto medio: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *